I concetti di base: decentralizzazione e decentramento; l’equilibrio tra decentralizzazione ed autonomia nella distribuzione delle competenze decisionali; situazioni in Europa : Finlandia, Svezia, Svizzera e Francia; la decentralizzazione del sistema scolastico in Italia

Version imprimable de cet article Version imprimable

La scuola in Italia e nei Paesi Europei: modelli di decentramento a confronto

Il seminario del 29 novembre 2003 ha aperto un nuovo campo di lavoro per l’ADI (Associazione Docenti Italiani), quello sulla riforma del sistema scolastico italiano nel senso della decentralizzazione a seguito della modifica del titolo V della costituzione italiana adottata per via referendaria nell’autunno 2001 ( si vedano le varie pagine dedicate a questo argomento nel sito dell’ADI www.adiscuola.it).

Dal 2003 ad ora non è successo molto dal punto di vista della decentralizzazione del sistema scolastico in Italia: la modifica costituzionale di fatto non ha avuto nessun seguito. L’amministrazione statale, i ministri della Pubblica Istruzione successivi, non hanno fin qui proposto una strategia che recepisse la modifica costituzionale e che proponesse una procedura per pianificare la ridistribuzione delle competenze decisionali tra i vari livelli del sistema scolastico e dell’istruzione. Non si è finora dunque usciti dalla situazione di stallo osservata nel 2003. Solo recentemente, il 10 luglio 2007, il Ministero della Pubblica istruzione ha presentato alla conferenza Stato-Regioni (www.unificata.it) un documento in ordine all’attuazione del Titolo V della Costituzione.

P.S.: I documenti dell’ADI sul tema della decentralizzazione sono reperibili con una ricerca usando la voce "decentralizzazione" fatta partendo dalla pagina d’entrata nel sito dell’ADI.

Les documents de l'article

2003_ombre.gif
Bottani_Bo_11_2003.pdf