Relazione presentata al seminario nazionale di studi "Valutare bene conviene per migliorare la qualità della scuola e degli apprendimenti. Idee, strumenti e proposte ", organizzato dal CIDI ad Ascoli Piceno, 6 - 8 novembre 2003

Version imprimable de cet article Version imprimable

Valutare è una scienza. Non ci si improvvisa valutatori. Un valutatore virtuoso padroneggia non solo le tecniche psicomotriche di valutazione e di analisi dei dati, ma applica procedure rispettose dei sistemi valutati, in primo luogo delle scuole e degli agenti che vi operano. La dimensione etica è un aspetto che non si può trascurare quando si impostano programmi di valutazione delle e nelle scuole. C’è un buon uso ed un pessimo uso delle valutazioni. Le valutazioni in sé non sono né buone né cattive, possono essere un pericolo ma anche uno strumento di miglioramento delle scuole

La relazione affronta i punti seguenti:

- definizione della valutazione (seguendo una trama proposta da Denis Meuret)
- funzioni di un sistema scolastico suscettibili di essere oggetto di una valutazione
- esempi dell’uso dei dati PISA 2000

Les documents de l'article

2003.zoo.gif
Ascoli.ppt