Textes 2005

Il capitale sociale un parametro indispensabile dell’autonomia scolastica

Date de rédaction : 17/03/2009

La lezione allegata, sotto forma di diapositive, mette in evidenza l’importanza del capitale sociale per il buon funzionamento degli istituti scolastici e per la salute dell’autonomia scolastica. Senza capitale sociale l’autonomia scolastica non può funzionare come per altro non può funzionare la scolarizzazione.

Uno dei problemi drammatici dei sistemi scolastici consiste per l’appunto dall’indebolimento del capitale sociale prodotto dalla creazione di un servizio statale specializzato nell’educazione e nell’istruzione. Gradualmente gli enti locali, le collettività, le famiglie sono state private dalle loro competenze in materia d’istruzione, formazione e educazione.

Questa deresponsabilizzazione ha indebolito le scuole e non ha fatto altro che potenziare l’apparato burocratico che le gestisce, generando nuovi problemi. La ricostituzione del capitale sociale, ossia la restituzione della responsabilità dell’istruzione e della formazione agli attori principali, ossia ai diretti interessati, è un’operazione complessa che non si realizza di colpo in bianco, perché il capitale sociale non si maneggia facilmente.

Lire la suite...

  • Articles
  • Brèves

Il capitale sociale un parametro indispensabile dell’autonomia scolastica

La lezione allegata, sotto forma di diapositive, mette in evidenza l’importanza del capitale sociale per il buon funzionamento degli istituti scolastici e per la salute dell’autonomia scolastica. (...)

Il panorama internazionale delle riforme scolastiche

In questa relazione introduttiva del seminario internazionale dell’ADI sul tema dell’equità nella scuola , svoltosi a Bologna il 4 e 5 marzo 2005, si passano in rivista i temi principali di alcune (...)

Quelques réflexions et considérations finales à propos de mon expérience à la direction du SRED

Dans ce texte j’expose quelques considérations sur l’expérience de huit ans passés à la tête du SRED en tant que directeur.

La perdita di senso : l’istruzione tecnico-professionale tra passato, presente e futuro

La perdita di senso ha qui un doppio significato: il primo, ripreso da Ivan Illich, è alla lettera: eliminando il disegno dai programmi scolastici (l’Avogadro fu agli inizi una scuola di disegno), (...)

La France et les évaluations internationales

Il documento allegato, redatto alla fine del 2004 in cooperazione con Pierre Vrignaud dell’Università Parigi 10, Nanterre, è stato preparato per il Consiglio Superiore francese della valutazione (...)

Des indicateurs dans l’enseignement : une contribution à la comparaison internationale

Quelle place accorder à la comparaison en sciences de l’éducation ? Comment améliorer la participation des femmes à l’éducation ? Comment concilier diversité culturelle et cohésion sociale ? Comment (...)
Pas de brèves