Relazione in occasione del seminario organizzato il 24 gennaio 2007 a Genova dall’Assessorato Servizi Educativi e Istituzioni Scolastiche del comune di Genova.

Version imprimable de cet article Version imprimable

La realizzazione di un sistema scolastico giusto presuppone politiche complesse nelle quali si articolano provvedimenti a livello di macro-sistema e iniziative locali nonché innovazioni adeguate a livello d’istituto. La buona volontà e la dedizione a livello di un istituto non bastano per rendere equo un sistema scolastico, perché è improbabile che un "contagio virtuoso" trasformi migliaia di scuole in istituti eccellenti, come non basta però una politica scolastica che applichi criteri di giustizia nelle proprie scelte. Per ridurre le disuguaglianze scolastiche e per generare un’offerta d’istruzione equa, oppure giusta, è necessario elaborare una strategia ad ampio raggio che coinvolga sia le scuole sia i servizi amministrativi a tutti i i livelli decisionali, dalla base fino al ministero.

Il seminario organizzato dall’Assessorato Servizi educativi e istituzioni scolastiche della città di Genova si prefiggeva di esaminare e discutere piste di lavoro percorribili dalle scuole per migliorare l’equità dell’offerta d’istruzione nella città, alle condizioni legislative vigenti, ossia senza modificare né le strutture scolastiche attuali, né i curricoli né le modalità d’organizzazione della scuola. Cosa possono fare le scuole per migliorare l’equità? Come approfittare dell’autonomia scolastica per ridurre le disuguaglianze scolastiche? L’assessore Andrea Sassano ed il comitato tecnico-scientifico del settembre pedagogico hanno lanciato un bando sull’equità scolastica alle scuole elementari e medie della città per invitarle a sottoporre, nel corso di questa primavera, proposte per migliorare l’equità e l’esperienza della giustizia a livello di istituto.

Il seminario al quale hanno partecipato circa 200 persone (docenti dei due primi ordini di scuola, presidi e rappresentanti dei genitori) è stata un’occasione per esplorare e discutere il ventaglio di possibilità che le scuole potrebbero sfruttare per contribuire a rendere l’esperienza scolastica più giusta.

Griglia della presentazione orale che è servita come base di discussione nel gruppo di lavoro dei docenti che hanno partecipato all’incontro organizzato dall’Ufficio Patto per la scuola.

Les documents de l'article

Prat_eq_Genova.pdf
Genova_Prat_equita_ref_.doc