Intervista a cura di Gianluigi Dotti, pubblicata nell’ottobre 2008

Version imprimable de cet article Version imprimable

Intervista per il mensile "La Gilda degli insegnanti"

L’indagine PISA svolta dall’ OCSE (l’Organizzazione di Cooperazione e Sviluppo Economici) nel 2006 era imperniata sulla cultura scientifica. I punteggi dei quindicenni italiani sono caratterizzati da due fattori: una grande diversità tra macro-aree geografiche all’interno del sistema scolastico nazionale e una media del punteggio nazionale bassa, con una proporzione debole di studenti quindicenni eccellenti.

L’indagine fu svolta su un campione di popolazione scolastica rappresentativo di tutta la popolazione scolastica dei quindicenni, indipendentemente dalla classe o dal tipo di scuola frequentato.

L’intervista è un commento sommario di questi risultati. I risultati italiani meritano un’analisi approfondita perché il punteggio basso degli studenti frequentanti le scuole nelle regioni del Sud deve essere studiato in modo oculato prima di essere interpretato con schemi semplicistici. Questo lavoro non è stato svolto in questa breve intervista di due paginette.

Les documents de l'article

Gilda_inter.pdf