Version imprimable de cet article Version imprimable

Di solito si propone agli insegnanti un elenco di quel che si dovrebbe fare. In questo caso invece la lista indica errori fondamentali da evitare. 

 

Che cosa è inaccettabile nelle scuole ?

 

Il sito francofono-québéquois "infobourg.com" ha pubblicato a fine ottobre, ripresa da un blog USA, una lista scritta da Justin Tarte direttore del servizio scolastico di un distretto [1] del Missouri. L’articolo è intitolato “Otto cose inaccettabili nelle scuole”. Vale la pena diffondere queste opinioni anche in italiano e non soltanto in francese. Per i lettori francofoni, il testo originale lo si può consultare cliccando qui.

 

1. Non è perché si si è sempre fatto così che si deve continuare a farlo, che non si deve cambiare

L’evoluzione [2] produce cambiamenti che l’educazione non può ignorare.

 

2. Ignorare fattori esterni che invece concorrono alla formazione di ogni studente.

 

Sempre più gli studenti scolarizzati provano ad esprimono esigenze che vanno ben al di là del semplice “apprendimento”.

3. Lavorare in modo isolato come insegnante.

Il mondo offre possibilità infinite di collaborazione e si è sempre più forti quando si lavora in gruppo.

4. Considerare che il contenuto sia più importante che non le relazioni con lo studente.

Lo sviluppo di una relazione forte come gli studenti attribuirà automaticamente del senso al contenuto che si propone loro.

5. Considerare che la tecnologia nel settore scolastico sia una opzione come un’ altra.

In quanto individui si può scegliere di ignorare l’influenza della tecnologia sulla società. In quanti insegnanti invece se lo si facesse si priverebbero gli studenti di esperienze delle quali avranno bisogno più tardi per riuscire nella vita attiva.

6. Credere che l’apprendimento si limiti a tutto quel che si svolge in classe.

Si impara ovunque ed in ogni momento. Non si può essere costretti ad apprendere né si può ridurre l’apprendimento unicamente all’ambito di strutture costruite dalle società. L’ambiente scolastico deve accettare questo dato di fatto.

7.Comparare la diversità dei risultati piuttosto che le disuguaglianze delle opportunità.

Il sistema scolastico dovrebbe favorire l’uguaglianza e l’equità dell’accesso a strumenti d’apprendimento di qualità in differenti ambienti.

8. Rifiutare di essere ritenuti responsabili di ciò che si passa nelle scuole.

È proprio questa responsabilità imputata agli insegnanti che rende questa professione talmente gratificante.

 

[1] ndr : In italiano un provveditorato

[2] ndr : Nel testo non si specifica quale tipo di evoluzione ma si può pensare all’evoluzione tecnologica, a quella finanziaria, economica, del lavoro, delle comunicazioni, ecc.