Version imprimable de cet article Version imprimable

Secondo l’UNESCO, 58 milioni di bambini nel mondo non sono scolarizzati. Stessa percentuale che nel 2007. A cosa servono le Organizzazioni internazionali? Il celeberrimo e strombazzato programma "Un’educazione per tutti" affonda dopo una serie infinita di convegni, seminari, congressi, relazioni di esperti.

Nessun progresso ( per fortuna, mi verrebbe da dire se non scandalizassi mezzo mondo). Se la tendenza attuale non cambia , il 43% di questi bambini non scolarizzati , ossia 25 milioni, non andra’ mai a scuola. E allora ? Come istruirli ? Come divulgare le conoscenze scolastiche, come diffondere il pensiero scientifico ? Chi ne soffrrirà di più ? Chi pagherà lo scotto maggiore ? Il mondo andrà peggio ?

Documento ecellente dell’Istituto di statistica dell’UNESCO e dell’UNICEF associati nell’analisi dei problemi di scolarizzazione. Forse si dovrebbe pensare a un tipo diverso di sistema scolastico, ad altri curricoli, a apparati scolastici diversi. Del resto non si sa se tra i 17 paesi segnalati come virtuosi perche’ tra il 2000 e il 2012 hanno ridotto di piu’ del 50% la proporzione di bambini non scolarizzati i sistemi scolastici siano simili o dissimili (Nepal, India, Mozambico, Vietnam, Yemen, Ghana, Zambia, India, Marocco, Nicaragua, ecc.). Come e’ il loro sistema scolastico ? Cosa si insegna ? Quale e’ il livello di segregazione tra ricchi e poveri ? Come sono stati raccolti i dati ? Le statistiche sono attenbili e comparabili ?

Per saperne di piu’ cliccare qui.