Version imprimable de cet article Version imprimable

 La notizia annunciata nel blog sulla scuola dell’OCSE del 30 settembre in un articolo intitolato 

"Are the world’s schools making inequality worse?" [1]

scritto da Bill Schmidt che fu una delle teste pensanti dell’analisi della prima indagine della serie TIMSS dell’IEA svolta nel 1994/95. Schmidt ha pilotato allora la partecipazione USA all’indagine TIMSS e ha condotto una approfondita analisi internazionale dei manuali di matematica in circolazione nelle scuole dei sistemi scolastici che hanno partecipato a TIMSS [2]. La risposta alla domanda è inequivocabile: si`. L’indagine PISA del 2012 ne fornisce le prove. 

Adesso che Schmidt è in pensione, il professore è passato nella scuderia degli esperti reclutati dall’OCSE e ha pilotato un’analisi dettagliata dei dati dell’indagine PISA 2012 che era imperniata sulla cultura matematica. In questa occasione , per la prima volta, si sono raccolte informazioni sulle ore di matematica degli studenti in funzione della loro classe sociale e si è scoperto che gli studenti dei ceti più abbienti avevano molte più ore di matematica che non gli studenti poveri. Si salvava solo il sistema scolastico svedese dove la percentuale del contributo dell’impianto scolastico alla disuguaglianza con ore di matematica in più per i più ricchi era solo dell’1%. Per leggere l’articolo che esiste anche in francese si puo`cliccare qui. Il link rinvia alla versione in inglese che è quella originale. Nel tanto decantato sistema scolastico finlandese questa percentuale era del 32%. Il sistema scolastico più ingiusto dal punto di vista dell’insegnamento della matematica era quello olandese . L’accesso a lezioni che forniscono corsi avanzati di matematica è dunque disuguale e accentua le discrepanze tra studenti ricchi e studenti poveri. I sistemi scolastici non contribuiscono a una diminuzione delle disuguaglianze. Lo si sapeva già. Adesso l’indagine PISA fornisce ulteriori prove e l’organizzazione internazionale, l’OCSE, con la sua autorevolezza conferma quanto si sapeva.

[1] Le scuole aggravano la disuguaglianza?

[2] Acronimo per "Third International Mathematics Study", la terza indagine sulle conoscenze matematiche dei tredicenni organizzata dall’IEA