Version imprimable de cet article Version imprimable

 In effetti pomposamente ormai si dice Forum mondiale dell’educazione ma non è dell’educazione che si parla pensi` dell’a scuola ossia dell’istruzione e dell’educazione scolastiche. Quest’anno il Forum si è svolto a Londra dal 17 al 20 gennaio 2016. Il ministro inglese dell’educazione ha fatto da anfitrione. Il tema centrale è stato il terrorismo e il contributo della scolarizzazione a ridurre il terrorismo, contributo assai debole se si analizzano i dati e i profili dei terroristi reali o potenziali  nei vari Paesi dell’Occidente, dall’altro la politica di alcuni partiti nazionalisti quali quello di Marie Le Pen in Francia o la Lega in Italia o in talune parti della Svizzera o della Germania che proclamano come soluzione l’esclusione, il linciaggio, il ristabilimento della pena di morte, la chiusura delle frontiere, la costruzione di mura, ecc.. 

Si può benissimo capire che i ministri in carica dell’apparato scolastico siano preoccupati. Spendono per la scuola e i risultati dal punto di vista della sicurezza pubblica oppure dell’accordo sugli obiettivi della vita comunitaria non sono tanto brillanti.

Ne parla nel blog dell’OCSE il capo della Direzione dell’Istruzione all’OCSE Andreas Schleicher il quale è andato a Londra e ha parlato ai ministri vendendo la strategia OCSE e i prodotti OCSE. Di ministri ce e n’erano una novantina. Questo è stato l’incontro mondiale dell’ anno più importate dei responsabili scolastici a alto livello. Non si sa chi era presente per l’Italia. I ministri o erano accompagnati dai loro consiglieri oppure erano presenti di persona. Non si sa seppure chi tra i ministri europei dell’educazione fosse presente, perché questi ministri si incontrano sovente tra loro. Per conoscere la lista dei presenti e capire la reale importanza dell’incontro si dovrebbe disporre della lista dei partecipanti, ma non vi si accede dal sito ufficiale segnalato in appendice. Nessun comunicato da parte del MIUR è apparso, eppure la rappresentazione dell’Italia nei consessi internazionali che si occupano dell’andamento dell’istruzione dovrebbe essere una funzione principale del MIUR, un compito che ne giustifica l’esistenza. Forse a Roma non lo si è ancora capito.

 

Link: presentazione del Forum: http://www.theewf.org

Blog dell’OCSE intitolato: Joining the battle against extremism: http://oecdeducationtoday.blogspot.fr/2016/01/joining-battle-against-extremism.html?utm_source=feedburner&utm_medium=email&utm_campaign=Feed:+EducationtodayBlog+(educationtoday+blog)