Version imprimable de cet article Version imprimable

 Gli ispettori inglesi che sono riuniti nella celebre agenzia OFSTED  [1] annunciano un blitz di ispezioni on sei regioni con scuole sono poco efficienti [2]. Invece di ispezionare scuole ovunque , a casaccio o a pioggia, l’OFSTED ha deciso di concentrare i propri interventi nelle macro-aree con deboli risultati scolastici, dove c’è una maggioranza di scuole sconquassate, con insegnanti demotivati. Lo annuncia il settore "educazione" della BBC (cliccare qui per l’articolo in inglese) che ha intervistato l’attuale capo dell’OFSTED Michael Wilshaw.

 

 

 

 

 

 

 

Questo è un esempio di come ci si serve di un corpo di ispettori scolastici professionisti. Dal momento che in Italia si parla di ampliare il corpo degli ispettori e di modificarne le funzioni e poiché è noto a tutti che in certe aree italiane le scuole non vanno proprio bene, l’esempio fornito dall’Inghilterra potrebbe essere una buona pista di riflessione. L ?OFSTED ha fatto una scelta politica, non imposta dal governo ma decisa dagli ispettori (probabilmente il governo è intervenuto indirettamente ed è stato consultato dal capo ispettore di Sua Maestà, questo è il titolo ufficiale di Sir Wilshaw, ma non lo sappiamo).

 

L’ispettore capo Sir Michael Wilshaw ha dichiarato che il gap nei risultati scolastici tra talune aree geografiche in Inghilterra è del tutto inaccettabile [3]. Le ispezioni dell’OFSTED si concentreranno dunque nelle aree geografiche con standard scolastici carenti o insufficienti. Il blitz si svolgerà nei prossimi sei mesi, dunque nella seconda parte dell’anno scolastico in corso, e dureranno una settimana in ogni scuola. Di regola l’OFSTED invia due ispettori in ogni scuola e la procedura d’ispezione è molto normalizzata. Non si lavora a vanvera. esiste una griglia d’ispezione da applicare in modo rigoroso.

Le ragioni che hanno indotto l’OFSTED ad agire in questo modo sono soprattutto connesse alla constatazione che esistono forti divari nei risultati scolastici tra regioni simili che soffrono dello stesso grado di indigenza e che hanno una popolazione scolastica con lo stesso profilo socio-culturale. Dunque s’impone un’ispezione sistematica delle scuole. Per quale ragione infatti certe scuole nonostante le condizioni socio-culturali poco favorevoli conseguono risultati migliori di altre scuole nelle stesse condizioni ? L’OFSTED vuol capire cosa succede. A questo scopo occorre andare sul posto. Il capo ispettore ritiene che tutte le autorità locali hanno il potere d’intervenire ma che in certi casi l’inerzia prevale e blocca le buone intenzioni, per cui non se ne fà nulla, si subisce una situazione squallida e a pagarne il prezzo sono in primo luogo i bambini e poi gli insegnanti. Orbene, l’istruzione deve essere buona, di qualità per tutti, ovunque. L’OFSTED riferirà le proprie osservazioni, che saranno discusse con le autorità scolastiche locali e con il personale delle scuole, al ministro dell’educazione Michael Gove.

Gli ispettori inizieranno il loro lavoro nelle scuole e se non saranno soddisfatti andranno ad intervistare le autorità locali. E una delle prime volte che questo succede.

[1] L’OFSTED è un ente indipendente e imparziale che riferisce direttamente al parlamento inglese. Il suo statuto non ha nulla a che fare con quello dell’ANSAS o INDIRE

[2] Si potrebbe fare un paragone con le regioni del Meridione in Italia

[3] ndr. : Come lo è del resto quello esistente in Italia tra macro-aree del Nord e del Meridione