Version imprimable de cet article Version imprimable

Le nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione al servizio dello sviluppo delle competenze sociali e emotive.
 
 
Le competenze sociali e emotive possono essere acquisite in svariati modi. Il loro sviluppo potrebbe tuttavia essere favorito dalle caratteristiche di certe tecnologie informatiche adattate al mondo scolastico. Non si tratta purtroppo di una novità. Il mondo scolastico, come la gran parte degli insegnanti lo ribadisce, e’ costretto ad assumere funzioni educative trascurate ormai dalle famiglie. Il ricorso alle nuove tecnologie per esercitare queste funzioni educative non è che l’ultima novità di una tendenza mirante a sovraccaricare la scuola di funzioni che un tempo erano più o meno svolte dalle famiglie. Il ricorso alle nuove tecnologie per sviluppare le competenze emotive e sociali e’ uno dei principali postulati di una recente documento americano intitolato « New Vision for Education: Fostering Social and Emotional Learning through Technology » pubblicato dal World Economic Forum (Cliccare qui per aprire il link del documento integrale in inglese) 
 
Come molti altri documenti di questo tipo, si inizia con l’enumerazione delle competenze necessarie per il 21º secolo: ne sono reperite 16. catalogate in tre categorie una delle quali riguarda le competenze conoscitive ( che sono 6 in tutto e per tutto). Vale le pena ricordare che un tempo queste competenze erano le sole che contavano per le scuole. Di fronte alla lista delle competenze segnalate da questo documento ci si può anche chiedere come si colloca la scuola targata OCSE che è premiata dalle indagini internazionali PISA.
 
Nel quadro dei lavori che sono sfociati in questo documento sono state utiiizzate diverse fonti di informazioni tra le quali i metati delle ricerche scientifiche e le opinioni raccolte con sondaggi di insegnanti, di amministratori della scuola e di genitori di diversi paesi.
 
 
Le competenze emotive e sociali come l’adattabilità, la comunicazione, la creatività, la perseveranza, sono ritenute essenziali per riuscire nel 21º secolo. Secondo i periti internazionali, molteplici attività pedagogiche e metodi didattici si presterebbero per lo sviluppo di queste competenze. Per esempio la promozione del lavoro in squadra, l’apprendimento per progetti, la gamification sono alcuni esempi di metodi di apprendimento elencati nel documento.
 
Che cosa funziona nelle nuove tecnologie dell’informazione della comunicazione per sviluppare le competenze emotive e sociali? Secondo il documento ci sarebbero tre grandi aspetti da approfondire:
 
 
  • La tecnologia che permette interazioni; 
  • La tecnologia con uns dimensione ludica; 
  • La tecnologia che consente una certa retroazione e un sistema di ricompense
 
Per esempio I giochi di ruolo virtuali e i giochi di strategia che combinano la collaborazione, l’aspetto ludico e ricompense sono applicazioni da preconizzare. Le applicazioni esistenti che mirano a sviluppare competenze perfezionate oppure competenze semplici meriterebbero di essere ulteriormente curate. Ciò permetterebbe di sviluppare una competenza disciplinare specifica come per esempio la cultura matematica e di sviluppare nel contempo i competenze sociali e emotive.
 
 
Il documento presenta pure gli ostacoli all’integrazione e all’insegnamento delle competenze sociali e emotive e formula raccomandazioni agli ambienti pedagogici, agli ideatori delle applicazioni e alle famiglie per sviluppare e scegliere applicazioni appropriate. Da questo punto di vista si constata che le applicazioni in sé per sé non sono affatto la panacea per sviluppare le competenze emotive e sociali ma possono diventare un ausiliario per inserire questa nuova funzione della scuola. A questo punto si torna pero’ daccapo.