Version imprimable de cet article Version imprimable

Scuola secondaria alternativa a Los Angeles

Tentar non nuoce, si potrebbe dire. Si può sempre migliorare come lo dimostrano i soliti test di lettura, matematica e scienze svolti nella scuola secondaria Alliance Tennenbaum Family Technology High School di Los Angeles, una "Charter Schools", ossia una scuola statale esautorata da molti obblighi imposti invece alle scuole statali. La Tennenbaum è gestita da un consorzio californiano, l’ Alliance College-Ready Public Schools, un ente a scopo non lucrativo che gestisce scuole date in appalto a varie associazioni o enti che vogliono organizzare l’insegnamento come meglio l’intendono nel rispetto della legge-quadro delle Charter Schools dello Stato della California [1]. Le informazioni provengono dal blog del 7 febbraio 2013 di Susan Headden della fondazione USA "Education Sector"(per il post originale in inglese cliccare qui), una fondazione indipendente a scopi non lucrativi, che analizza le forme alternative d’istruzione nel settore scolastico.

Classi numerose

Alla Tennenbaum si sperimenta un modulo di apprendimento "blended" ossia misto (spiegheremo tra poco) che consente di costituire classi numerose, in questo caso un insegnante per 48 studenti ma non studenti brillanti e disciplinati dei ceti agiati ma studenti con problemi d’apprendimento provenienti in maggioranza dai ceti popolari e domiciliati nei quartieri poveri di Los Angeles. Ebbene, si potrebbe pensare che le classi numerose con questi studenti siano un’eresia pedagogica con effetti nefasti sulla scolarizzazione. Alla Tennenbaum secondo quanto afferma Susan Headden, si è scommesso l’opposto, l classi sono numerose e i risultati scolastici sono buoni. Anzi, invece di peggiorare migliorano. Quindi si può provare a comporre classi numerose senza rischi per gli apprendimenti.

Insegnamento "blended" ossia di tipo misto

La soluzione sperimentata alla Tennenbaum è quella dell’insegnamento misto che offre la possibilità di modulare i gruppi d’apprendimento grazie alle nuove tecnologie, alternando momenti in classi numerose, momenti in piccoli gruppi, situazioni isolate d’apprendimento individuale. L’orario scolastico contempla un’alternanza di situazioni didattiche : entro blocchi di due ore si articolano tre periodi di 40 minuti l’uno : durante un periodo si impartisce un insegnamento frontale tradizionale con un professore, in un secondo periodo gli studenti lavorano in modo indipendente on-line, in un terzo periodo gli studenti lavorano in piccoli gruppi e si aiutano a vicenda. I periodi non sono necessariamente sequenziali e le tre modalità di apprendimento possono essere parallele. In questo caso la dimensione di ogni gruppo in media è di 16 studenti, una dimensione molto convenevole non c’è che dire.

Risultati migliori di quelli pronosticabili

Questa Charter School è stata inaugurata nel 2011. E’ quindi troppo presto per formulare un giudizio definitivo sui risultati. In ogni modo la scuola accoglie studenti deboli, con molte insufficienze scolastiche. Nelle valutazioni trimestrali fin qui svolte con prove strutturate, ossia con test, i progressi sono sensibili sia in matematica che in inglese [2]. I risultati nei test sono analizzati dalla scuola che può trarre le conseguenze che si impongono e adattare il modulo d’insegnamento a rotazione. Per esempio, lo scorso anno siccome gli studenti avevano conseguito punteggi mediocri in inglese, i professori e la direzione della scuola hanno deciso di aumentare il numero dei periodi d’insegnamento frontale in classe, di diminuire i periodi di apprendimento on-line nonché di completare la gamma dei software usati dagli studenti nei periodi di lavoro on-line con nuove applicazioni per la produzione scritta. I professori e la direzione trasmettono le informazioni sui risultati ai programmatori delle applicazioni informatiche i quali lavorano in sintonia con i professori per perfezionare in continuazione i software.

 

 

[1] Ogni Stato USA ha la sua propria legge per le Charter Schools

[2] Si calcola la percentuale di studenti che nei test consegue un punteggio pari a quello della sufficienza