Version imprimable de cet article Version imprimable

 In Francia, il 18 febbraio il Consiglio superiore dei programmi ha pubblicato il nuovo zoccolo comune delle conoscenze e delle competenze ed ha sepolto il Libretto personale delle competenze che rendeva infernale la vita degli insegnanti. Ma gli insegnanti restano nell’inferno!

Infatti spetta a loro innovare, tradurre in pratica i concetti e gli obiettivi segnalati nel nuovo zoccolo comune. Il Consiglio si lava le mani, si colloca una spanna al di sopra dei programmi strutturati per discipline e si sbarazza del problema. Gli insegnanti si arrangino a declinare saper scolastico strutturato per discipline e zoccolo comune delle competenze. 

L’Unione Europea

Un fantasma che non appare mai. Nessun accenno alle competenze europee. Il Consiglio francese galoppa per proprio conto e propone uno zoccolo articolato in cinque campi:

  • I linguaggi per pensare e comunicare;
  • Metodi e gli strumenti per apprendere;
  • La formazione ella persona e del cittadino;
  • I sistemi naturali e i sistemi tecnici;
  • Le rappresentazioni del mondo l’attività umana.

 

Si è ben distanti dalle pensate europee. Non male, il passo in avanti ma la meta è ancora distante.

 

Le riflessioni del Consiglio sono spiegate in un articolo in francese del redattore capo del sito l’Expresso . L’articolo può essere consultato cliccando qui.