Version imprimable de cet article Version imprimable

Il governo conservatore continua a smantellare l’impianto della scuola creato dai conservatori di John Major vent’anni fa e corretto dai laburisti. Le parole d’ordine sono: maggiore autonomia alle scuole, concorrenza, competizione, libertà di azione.

In poche settimane, il 70% delle migliori scuole inglese (per metà scuole primarie e per metà scuole medie) ha chiesto di diventare un’ "Accademia", ha cioè rivendicato lo statuto speciale di accademia che attribuisce alla scuola una maggiore autonomia e indipendenza soprattuto nei confronti delle autorità locali, statuto già esistente all’epoca del governo laburista di John Brown ma esteso dal nuovo ministro dell’educazione del governo conservatore-liberale democratico Michael Gove.

In questo modo viene fatto saltare il livello intermedio e si crea un arco voltaico che collega direttamente il governo centrale alle scuole. Non è una decentralizzazione dunque, ma è un modo per mettere le scuole in concorrenza tra loro, per liberarle dal ciarpame dell’amministrazione, ma anche per ....controllarle meglio, con la speranza che migliori la qualità dell’istruzione. Ciò dev’essere ancora dimostrato, come pure va dimostrata la presenza del rischio di una maggiore disuguaglianza sociale di fronte all’istruzione denuncito dai laburisti.

 

Articolo in inglese del servizio educazione di BBC-News