Version imprimable de cet article Version imprimable

Cambiare scuola fa bene.

 

Non temere di cambiare scuola. I risultati scolastici migliorano, si apprende di più. Questi i risultati di una indagine svolta nel provveditorato scolastico della capitale americana Washington.

Gli studenti che hanno cambiato scuola per andare in un’altra scuola pubblica o in una scuola statale in franchigia [1] piuttosto che restare nella scuola indicata loro tra quelle del bacino d’utenza nel quale risiedono, conseguono punteggi migliori nei test di matematica e lettura. Questa constatazione, che va verificata, è stata fatta in un’indagin condotta dall’Urban Institute di Washington D.C..

 

I ricercatori hanno analizzato i dati di 38 400 studenti tra la quarta elementare e la terza media che hanno fatto domanda di cambiare scuola e di frequentarne una al di fuori del quartiere di residenza.

 

Pubblicazione (si trova con una ricerca su Google, in .pdf):

Public School Choice and Student Achievement in
the District of Columbia
, a cura di Austin Nichols,
The Urban Institute e Umut Özek, The Urban Institute, Urban Institute, Washington D.C., Working paper 53, Dicembre 2010

[1] "Charter Schools"