Version imprimable de cet article Version imprimable

Si passa alla velocità superiore : il computer del programma "One Laptop per Child (OLPC)" [1] evolve. Concepito dal MIT di Boston per le scuole primarie dei paesi poveri o in via di sviluppo, nei quali la scolarizzazione di base è ancora un problema perché non è ancora universale, e distribuito secondo criteri particolari e rigidi (incombe ai governi comperarli, e i curricoli inseriti nella memoria del computer sono discussi con i rappresentanti degli insegnanti), il computer, che propone soluzioni tecnologiche originali e sfrutta il sistema operativo XO, non è solo un computer ma è un progetto di scuola alternativa.

In alcuni paesi, come per esempio in Uruguay [2] , tutti gli allievi della scuola elementare ne posseggono già uno. Siccome si è raggiunta la saturazione, s’imponeva la preparazione della fase successiva, ossia la messa a punto di una nuova versione del computer per i pre-adolescenti e la distribuzione del computer personale agli allievi della scuola media. Cosa fatta ! Jonathan Fields, specialista delle TIC nel servizio scolastico della BBC annuncia in un articolo del 14 giugno 2010 che l’OLPC nuovo e aggiornato è pronto. La distribuzione inizierà il prossimo settembre.

 

La prossima tappa

 

Ineluttabile : la prossima tappa sarà la tavoletta elettronica con schermo tattile, sulla base dell’ iPad, il prodotto magico di Apple. Nick Negroponte, il direttore del programma OLPC, l’ha già annunciato. Il nuovo prodotto, molto più leggero, meno ingombrante, più resistente del computer XO, sarà pronto nel 2011, il prossimo anno dunque, e dovrebbe costare 75$. Nella cartella, gli allievi non metteranno più un computer ma un quaderno.... che è come un computer.

 

[1] Per maggiori informazioni su questo programma e sul computer a 100$ si clicchi qui. Il computer non costa 100$ bensì 209$, ossia il doppio.

[2] Ilprogetto Ceibal